Ti sarà inviata una password per E-mail

What A Confusion

————————————————

Ma quante affinità trovo in questa band ascoltando i loro lavori. Più vado avanti con gli anni e più son contento di vedere… anzi, ascoltare è la parola esatta, le “giovani leve” comporre o creare (come più vi aggrada) suoni nuovi.
Allternativi, oggi con noi i WHAT A CONFUSION!

Dicevo, nuove sonorità, ma nel caso dei ragazzi che vi stiamo presentando, si tratta di un vero e proprio reboot. ovvero, interrompere l’ideale continuità di un qualcosa, azzerandone lo sviluppo fino a quel momento e riprendendola dall’inizio riproponendo una nuova linea temporale.
Nella cinematografia il termine (quello adatto per l’esattezza) si usa per riscrivere le gesta di un eroe dei fumetti per farla continuare con molte altre storie. Qui siamo di fronte al riadattamento (ed implementazione) di un genere che col tempo è diventato il Nu Metal, o meglio dire crossover! Qui siamo ai livelli iniziali del primo Metal Rap, quello in cui gli Anthrax univano le proprie chitarre con le rime dei Public Enemy, oppure ai timidi approci funky/rock/rap degli Atom Seed (che probabilmente li ricordo solo io 🙂  ) ma, gli esempi che potrebbero calzare di più sono i Beastie Boys e naturalmente i Rage Against The Machine…

qui un esempio con … East Coast

I What A Confus!on si formano nel 2011 e i quattro scapestrati che compongono la band sono: Pietro Filippi alla voce – Mauro Vergara alla chitarra – Andrea Avanzini al basso e Lorenzo Fois alla batteria. 04 - 2012 - What A Confus!onL’unione di gusti musicali differenti li portano a realizzare quello che ora è il loro stile personale. Un po’ come dire… se non puoi combatterlo… unisciti a lui! Così nel 2012 nasce il primo album dal titolo Repollut!on, creato appunto con queste caratteristiche crossover. Dieci tracce prepotenti di cui segnaliamo: DangerStory of a ShipPeople Like ThisNo Space For The Melody e naturalmente East Coast, ascoltata poco fa.

Pietro/WaC=  Repollut!on è stata la nostra prima volta. La prima volta che abbiamo composto dei pezzi, la prima volta che abbiamo registrato…E’ stato tutto molto eccitante, anche la risposta dei fan è stata strepitosa! Ma, come ogni prima volta, anche Repollut!on ha delle pecche che abbiamo cercato di limare componendo le tracce che ora formano il nostro secondo lavoro, Lagolize It.


Cento live da Repollut!on fino alla registrazione del nuovo album. Cento live in poco più di due anni. Una media di 2/3 concerti a settimana. Una bella media direi…

Pietro/WaC= Ci siamo sempre messi in gioco in ogni occasione, alcuni live sono andati bene, altri meno…Ma tutti ci hanno insegnato qualcosa! Oltre ad essere musicisti, abbiamo imparato che è fondamentale essere i manager di noi stessi, non esitiamo ad alzare la cornetta e contattare i club ed i festival che conosciamo.
Non si può sperare che siano gli altri a contattarti, prima di tutto bisogna proporsi e non arrendersi ai primi rifiuti.


————————————————

Nel 2015 esce Lagolize It!
In questo nuovo lavoro, rispetto a Repollut!on, si notano piccole differenze; nel primo più vicini, in alcuni casi, all’hardcore e in Lagolize It! più crossover. Un Old School moderno composto da dieci tracce, tra cui evidenziamo: Lagolize It – Arabico – Dog From The Grapes – 66.6% – Toolshuggah – Wac A.D!.
Per la promozione dell’album si sono affidati all’ufficio stampa e booking di Bagana Rock Agency

Di cosa parla Lagolize It?

Pietro/WaC= Lagolize It è il singolo nonchè la title-track del secondo album… E’ un omaggio al posto dove viviamo, il Lago di Garda, e nel testo avvertiamo che è compito di chi ci vive mantenerlo protetto dalle minacce che negli ultimi anni lo stanno colpendo (cementificazione in primis). Le altre canzoni dell’album affrontano tematiche varie (dalla politica estera americana in Shine On You Crazy Metal Slug al “flow of thoughts” di Toolshuggah)

Qui potete trovare Lagolize It!
buon ascolto…

Dicevo, qualche differenza tra i due album dove i ritmi si sono leggermente abbassati. E’ proprio così che volevate interpretarlo?

Pietro/WaC= Volevamo creare un disco il cui ascolto sarebbe risultato più fluido, più vario e meno macchinoso e scontato, se paragonato a Repollut!on.
A noi che l’abbiamo composto il disco convince dalla prima all’ultima nota, muoviamo la testa durante ogni pezzo come se fosse la prima volta che lo ascoltiamo! Ora il giudizio va agli ascoltatori!

————————————————

Picchiate come fabbri e questo lo si sente nei vostri cd.

Trovo che sia un ottimo connubio la fusione tra rock e rap (crossover) alla “Body Count“. Un genere musicale che unisce diverse categorie di pubblico.
Riscontrate questo tipo di fan ai vostri live oppure di più gli habitué del genere?

Pietro/WaC= Assolutamente sì! Il nostro pubblico è piuttosto vario, cosa che riteniamo di importanza fondamentale! Lo scopo di Lagolize It per noi è proprio quello di allargare ulteriormente la nostra audience…
Unico requisito: voglia di saltare!


Di recente è uscita una compilation intitolata Sardele a cui è seguito un Release party il 19/11/2015.

Sardele Compilation

All’interno varie realtà diciamo… più vicine al rap/hip hop e voi ne fate parte. Mi parli un po’ di questo progetto e della vostra partecipazione?

Pietro/WaC= Nel 2011, ai nostri esordi, abbiamo cercato di unire le varie realtà musicali della zona, perchè è l’unione che fa la forza… Il movimento della East Coast del Lago è cresciuto sempre di più, includendo realtà sempre nuove… Dopo l’organizzazione di una manifestazione importante come il Festival Rama abbiamo deciso di creare una compilation inserendo tutti coloro che volessero aderirvi (e che facessero parte della nostra crew).
C’è molto rap in effetti, ma la compilation Sardele include anche band punk, ska, folk, metal, breakcore…E chi ne ha più ne metta. La scena si supporta, indipendentemente dal genere.


Per saperne di più e ordinare la compilation, basta scrivere a Sardele Compilation sulla loro pagina Facebook. A questo link una delle 18 tracce che compongono il progetto con i RUDEMENTALI e la loro “Gente Easy”


————————————————

Siamo ai saluti finali.
Ringrazio Pietro per la chiacchierata e per averci parlato del progetto What A Confus!on.
Noi di Allternative vi consigliamo di andarli a vedere ai prossimi live e, se vi hanno fatto divertire, acquistare i cd direttamente da loro così ve li autografano pure! 😉
Vi lasciamo con il nuovo video di casa WAC, ovvero la prima traccia che da il nome al secondo album
… “Lagolize It”

Alla prossima…


Contatti e link:

sito
facebook
spotify
soundcloud
youtube

[whohit]What A Confusion[/whohit]

error: Content is protected !!