Ti sarà inviata una password per E-mail

Holy Shire

Ohh yeahhh
ebbene si, finalmente riusciamo a dedicare lo spazio “giusto” ad una band di cui sentivamo spesso parlare. Le voci intorno a me mi narravano di venti di gloria, mari in burrasca e tempeste di neve… mi sussurravano di grandi suoni epici contornati da tanto sano metal e alla fine, quelle voci, mi hanno rivelato il nome di coloro che detengono questa fama. A voi gli Holy Shire.

questa è “Moonrise” da “Pegasus”


La band si è formata nel 2009, ricordiamo che un primo demo di sei tracce è stato creato nel 2010 e nello stesso anno, partecipano e si fanno notare già in un importante Festival milanese, ovvero il “Capodanno Celtico” ediz. 2010 al Castello Sforzesco. Galvanizzati dalle affermazioni positive che ricevono durante i loro live, nel 2011 sfornano “Pegasus“, EP e contiene anche “Greensleeves” (oltre a “Moonrise“) “Holy Shire” e “Pegasus“.

Gli Holy Shire hanno vissuto una nuova vita discografica.
Mi spiego. Molte band autoproducono i propri lavori e si fanno un mazzo tanto, suonando in tutti i regni per farsi, giustamente, conoscere. Così, nel 2012, esce il tanto atteso primo LP dal titolo “Midgard”. Nuova vita perchè con l’avvento di una etichetta discografica, l’album è come se fosse uscito nell’istante stesso della sua nuova produzione. Questo è successo a Midgard. Nella primavera del 2014, gli Holy Shire firmano per la Bakerteam Records e l’album viene distribuito sul grande mercato. Noi di Allternative pensavamo ormai di essere lontani per proporre quest’album, ma la band ci ha assicurato che in effetti siamo attualissimi per la loro seconda parte della promozione dello stesso… indi eccoci qui 🙂

Cover Midgard

————————————————

My Words Are Power è il sottotitolo di “Bewitched“, la prima traccia dell’album; la sognante “Winter Is Coming” ci trasporta in un’altra realtà/epoca… quella intorno al 1300 d.c. dove l’acciaio e il sangue andavano di pari passo e il freddo mieteva più vittime di queste due… “My heart is made of ice and fire… My time has come, be king or die

“… Gods can you save me”

possiamo dirlo? Si dai, la canzone è ispirata al bellissimo telefilm inglese della HBO “Game Of Thrones” ed io, come molti altri, non possiamo che esser contenti e ringraziare la band per la splendida canzone!
Ma la battaglia continua ed infuria con “Gift of Death” e prosegue con la grinta di “Overlord of Fire” fino alla canzone che da il nome alla stessa formazione “Holy Shire“. Proseguiamo con una delle mie preferite “The Revenge of the Shadow” (insieme a “Holy Shire”, è il secondo pezzo ispirato al Signore degli Anelli, dopo aver raccontato la versione degli Hobbit, in Revenge è Sauron che parla, agognando la tanto sospirata forma fisica…) , “Beyond“, “Holy War” e l’altra mia preferita “Midgard” dove ci si può immergere nell’epilogo finale a gustare la totalità della band stessa in questi 8′ e 33″ di pura armonia e melodia… (qui si affronta un classico della mitologia norrena, ovvero l’originale storia della “terra di mezzo” che ispirò lo stesso Tolkien, ovvero Midgard, custodita dal gigantesco “drago-serpente” che campeggia sulla copertina del disco; terra destinata ad affondare nell’oceano nella battaglia alla fine del mondo, dove Thor e il serpente moriranno lottando, ma che sarà l’inizio di un nuovo mondo, quindi dopo la catastrofe e la distruzione, si intravede la speranza della rinascita).

————————————————

Qui alcune foto dell’UMA FOLK FEST al Cerbero di Rozzano (MI) del primo maggio scorso (2015)

HOLY SHIRE - UMA FOLK FEST  2015


Altre foto, molto più d’impatto, le potete trovare qui nel Foto Report al The One di Cassano d’Adda il 20/06/2015 del bravo Fabby, che potete vedere insieme a me (Claudio) nelle foto che ci ritrae con la band.

01 Holy Shire

Holy Shire - 20-06-2015
(naturalmente dovevamo coprire 2 delle 3 fanciulle presenti, della band, con la ns meno avvenente presenza…)

La band, dagli esordi, ha mutato pelle diverse volte (come usa fare un buon rettile) fino ad arrivare a quella “reale” che da vita al progetto Holy Shire. Dunque la lineUp che ha preso forma dalla lunga muta è attualmente:
Aeon Dragon vocals, Aileen Unicorn vocals, Chiara Flute, The Maxx Drums , ReverendJack Keyboards, Andrew Moon Lead guitar, Ed Gibson Guitar, BlackBass Bass

Continua il loro lungo tour con molti appuntamenti tra cui il Lucca Comics festival del 2014 riscuotendo un gran successo tra la miriade di ragazzi e colsplayers che “animano” l’evento ogni anno.
Ma il 2015 non è da meno con altrettanti live e festival, tra cui il poc’anzi citato “UMA FOLK FEST”.
Tra le date, nel loro calendario, c’è anche il più atteso con tanto di maniero, nel Castello di Malpaga per il MALPAGA FOLK & METAL FESTIVAL ed anche a VILLA BOSCHI (Via Boschi, 1 – Isola della Scala – VR) per la decima edizione di ISOLA ROCK!… meglio di così 😉


————————————————

Bewitched (My Words Are Power), l’abbiamo tenuta per ultima soprattutto perchè è il nuovo video in casa Holy Shire, indi volevamo chiudere in bellezza!

Siamo ai saluti… ringrazio Tutti i componenti della band per la simpatia e la disponibilità (anche nel farsi fotografare con noi), in primis il “The Maxxx” per le info necessarie alla realizzazione di questo articolo. THANKS
… e ricordate… seguite il drago!


Contatti e link:

sito
facebook
twitter
google+
youtube
reverbnation
soundcloud


Alla prossima…

Claudio
me-gif



[whohit]Holy Shire[/whohit]

error: Content is protected !!